Lecceta di Torino di Sangro – Riserva Naturale Regionale

La Riserva Naturale Regionale “Lecceta di Torino di Sangro”  è un’area naturale protetta che si estende per circa 180 ettari a partire dalla foce del fiume Sangro fino alla collina dove si trova il Cimitero di Guerra Britannico.

L’area boscata (bosco di Terracoste  – come era anche chiamata anticamente la zona) si estende ad angolo tra l’ultimo tratto del fiume Sangro, in prossimità della foce, e la costa adriatica e si sviluppa su di un territorio molto più ampio di quello della Riserva. E’ uno dei pochi boschi litoranei relitti dell’Adriatico che, dal mare, arriva fino a circa 115 m di altezza.

La variabilità morfologica e micro-climatica fa si che ci sia la presenza di diversi habitat, il più esteso è quello rappresentato dal bosco a lecci e roverelle, con 465 specie vegetali, 232 specie di farfalle e lepidotteri in genere, 60 specie di uccelli.

Inoltre “La Lecceta” è l’unico luogo dove vive e si riproduce la più ampia popolazione di testuggine terrestre della regione (Testudo hermanni), scelta anche come simbolo della Riserva.

Alberi Lecci Torino di Sangro

Informazioni utili

Nei pressi dell’ingresso principale della Riserva c’è il Centro Visite, che ospita anche il Laboratorio didattico del CEA “Terracoste”. Presso di esso è a disposizione anche un’area picnic attrezzata e un punto ristoro.

L’ingresso alla Riserva è  libero e gratuito durante tutto l’anno, dalle ore 07:00 alle 20:00.
Su prenotazione e a pagamento è possibile effettuare una visita guidata con le guide autorizzate.

I percorsi (con diversi livelli di difficoltà) fruibili dal pubblico sono il percorso natura e il percorso escursionistico.

 

Lecceta di Torino di Sangro - Riserva naturale regionaleContatti

Ufficio: 
Municipio Torino Di Sangro
Telefono: +39 0873.913121 int. 9
Email: info@leccetatorinodisangro.it

Centro visite:
Sp 119 Km1 – Contrada Saletti – Torino di Sangro (CH)
Cellulare: +39 333.7971892 / +39 339.7384228
Email: info@leccetatorinodisangro.it / info@terracoste.it

Maggiori informazioni sui percorsi e sulla Riserva sono disponibili sul sito leccetatorinodisangro.it