Riserva naturale – Grotta delle Farfalle

La Riserva Naturale Grotta delle Farfalle comprende una superficie di 510 ettari di territori comunali di San Vito Chietino e di Rocca San Giovanni. San Vito Chietino è un comune di circa cinquemila abitanti localizzato su una collina che raggiunge il mare nel cuore della Costa dei Trabocchi. Il Comune di Rocca San Giovanni con 2360 abitanti, è posizionato sulla sommità di una collina rocciosa a 155 metri di altitudine tra il fiume Sangro e il torrente Feltrino. I confini dell’area protetta non raggiungono direttamente il litorale anche se la linea parallela al mare nei pressi di Vallevò, a metà tra i due comuni, divide la zona antropizzata da quella più conservata dal punto di vista naturalistico.

grotta delle farfalle san vito chietinoDa segnalare in questo tratto della costa adriatica la magia dei trabocchi, suggestiva testimonianza di una antica civiltà, tra terra e mare, cerniera tra la pesca e l’agricoltura, un tempo fonte di ricchezza, oggi in fase di recupero per una nuova valorizzazione nell’ambito turistico e culturale che cerca di definire una nuova identità di un luogo con radici certe. Il “ragno colossale” per ricordare la definizione del trabocco di D’Annunzio è stato più volte rappresentato all’interno di un suo celebre romanzo il “Trionfo della morte” del 1894: “La macchina pareva vivere di una vita propria, avere un’aria e un’effigie di corpo animato.

Il legno esposto per anni ed anni al sole, alla pioggia, alla raffica, mostrava le sue fibre…
si sfaldava, si consumava, si faceva candido come una tibia o lucido come l’argento o grigiastro come la selce, acquistava una impronta distinta come quella d’una persona su cui la vecchiaia e la sofferenza avessero compiuta la loro opera crudele…”. La legge regionale n. 5 del 30 marzo 2007 che istituisce la Riserva stabilisce i criteri per la tutela e la valorizzazione della Costa Teatina ed all’Articolo 4 aggiunge un altro contenuto importante: Al “corridoio verde” quale obiettivo specifico di tutela e valorizzazione della costa è funzionalmente connesso il sito “San Giovanni in Venere” nel Comune di Fossacesia i cui confini sono stabiliti come cartografia allegata, per una superficie di ha 58 al quale si applica il regime di protezione proprio delle riserve naturali istituite con la presente legge.

La Riserva Naturale Grotta delle Farfalle tutela una serie di fossati solcati da brevi tratti di torrenti che scorrono nascosti tra la ricca vegetazione ripariale ed alcune grotte naturali, che durante la terribile guerra mondiale, offrirono sicuri nascondigli a partigiani e sfollati.
Perpendicolari alla costa i fossi della riserva, come una fitta ragnatela, rappresentano un interessante ed inusuale corridoio ecologico a bassa quota in un’area a forte vocazione agricola dove numerose specie animali possono spostarsi da un luogo all’altra restando nascosti nella vegetazione.

Via riserveabruzzo.it